Ambienti di terra, mare e spazi poetici diventa anche l´occasione per un tavola rotonda tra i direttori delle aree protette di mezza Sardegna

News | 13 settembre 2012

direttori_dei_parchi_2Buona partecipazione all´evento "Ambienti di terra, mare e spazi poetici" di scena a Casa Gioiosa lo scorso sette di settembre. Una iniziativa piuttosto articolata che ha visto condensare in una unica serata tre piacevoli occasioni per riscoprire spaccati di natura marina e terrestre della nostra isola in un connubio di poesia, arte e buona musica. E´ stata inoltre l´occasione per una breve tavola rotonda con i direttori delle aree protette di mezza Sardegna. Hanno infatti aderito all´invito il Direttore dell´Area marina protetta di Capo Carbonara-Villassimius Bruno Palliaga, il collega dell´Area marina protetta di Tavolara-Punta Coda Cavallo Augusto Navone e il direttore del Parco Nazionale dell´Asinara Pierpaolo Congiatu. Padrone di casa ovviamente il direttore Vittorio Gazale intervenuto in veste anche del Parco nazionale dell´Arcipelago di La Maddalena che da qualche mese sta dirigento ad interim.

La serata ha visto l´altenarsi di momenti dedicati alla lettura di brani poetici a tema curati da Venere Rosati dell´associazione La Bussola delle Idee e accompagnati dal violino di Teresa Saba, per passare poi ad una mostra poetica denominata "Gli spazi del Mare" curata dal naturalistica Roberto Barbieri. evento_del_7Spazio poi a due video di presentazione di due differenti mostre: una dedicata al mare e denominata appunto "un isola tra cielo e mare" curata da Antonello Manconi dell´associazione "Sardegna Mediterraneo" e l´altra denominata "il Gennargentu e il Supramonte viaggio nella biodiversità della montagna" curata Emilio Melis e Angelino Congiu del circolo veterinario sardo di Nuoro.

Le due mostre rimarranno a Casa Gioiosa per un mese e sono visitabili dal lunedi al venerdi dalle 10 alle 13



Bandiera Unione Europea Stemma della Regione Autonoma della Sardegna Stemma della Città di Alghero Logo Ministero dell'Ambiente Logo Federparchi
EMAS