L´Assessore regionale della Difesa dell´Ambiente Donatella Spano "battezza" la conclusione dei lavori di riqualificazione di Casa Gioiosa sede del Parco

News | 23 luglio 2014

img-9815´Casa Gioiosa´ l´ex colonia penale di Tramariglio oggi sede del Parco si candida a diventare il punto di riferimento per il sistema delle aree protette algheresi. Lavoreremo per costituire un unico polo di coordinamento del Parco regionale di Porto Conte e dell´Area Marina protetta di Capo Caccia ha riferito l´Assessore regionale della difesa dell´Ambiente Donatella Spano intervenuta per inaugurare solennemente i nuovi laboratori didattici e gli ultimi spazi riqualificati dell´ex colonia di Tramariglio.

L´Assessore ha anche annunciato la rivisitazione della legge regionale sulle aree protette. Era il novembre del 2007 quando gli uffici del Parco regionale di Porto Conte si insediarono ufficialmente a ´Casa Gioiosa´, l´ex diramazione centrale di Tramariglio ristrutturata nei tre anni precedenti con Fondi POR messi a disposizione del Comune di Alghero dalla Regione Sardegna per la riqualificazione conservativa dei locali e per destinare gli spazi quale sede dell´area protetta regionale. Da allora l´Ente Parco ha lavorato sodo per arricchire gli spazi interni, proseguire nell´opera di recupero storico, architettonico e adattando la struttura ai compiti istituzionali che è chiamato a svolgere, dotando ovviamente gli spazi di infrastrutture tecnologiche sostenibili e di minimo impatto ambientale.img-9885 ´L´assessorato regionale della Difesa dell´Ambiente ha creduto fin da subito nella programmazione nel medio e lungo termine dell´Ente gestione di quello che è il primo parco regionale della Sardegna- ha riferito l´Assessore regionale della Difesa dell´Ambiente Donatella Spano intervenuta per a Casa Gioiosa sede del Parco per inaugurare i nuovi laboratori didattici e altri spazi riqualificati- Porto Conte infatti, che ha compiuto proprio nel febbraio scorso 15 anni dalla sua istituzione avvenuta con legge regionale n.4 del 26 febbraio 1999, si può dire sia ormai un punto di riferimento ed un esempio di buona gestione dei fondi regionali riservati alle aree protette. Ne è la dimostrazione questa sede, sapientemente riqualificata con particolare attenzione ai criteri di sostenibilità e risparmio energetico, attraverso diversi canali di finanziamento dell´Assessorato difesa ambiente.´ I laboratori didattici realizzati si inseriscono coerentemente nell´ambito del sistema di qualità regionale SIQUAS e non è un caso che il Parco di Porto Conte possiede uno dei primi undici centri di educazione all´ambiente e alla sostenibilità della Sardegna. Oggi Casa Gioiosa sede del Parco di Porto Conte si apre al territorio algherese nella sua migliore veste e si candida ad essere punto di riferimento del sistema di gestione delle aree protette algheresi. ´Questo Assessorato regionale crede infatti, che sia arrivato il momento di costituire un unico centro di referenza e coordinamento del Parco di Porto Conte, dell´Area marina protetta di Capo Caccia- Isola Piana, ma anche dell´Area 5 del Parco geominerario storico ambientale della Sardegna e ovviamente del sito di interesse comunitario Capo Caccia e della Zona di protezione-ha proseguito la delegata all´Ambiente della Giunta Pigliaru - lavoreremo quindi come Assessorato, fin da subito, per avviare un confronto istituzionale con il Ministero dell´Ambiente per rappresentare la nostra esigenza di realizzare un unico ente di gestione delle due aree protette terrestri e marina. E´ infatti strategico ed essenziale presentarsi e confrontarsi nel panorama internazionale con una voce unica di gestione solida e pronta a lavorare nell´ambito della programmazione e gestione delle risorse naturali nel modo più ´ecologico´ possibile.´ L´Assessore Spano ha particolarmente apprezzato, il positivo percorso avviato dal Parco di Porto Conte nella valorizzazione della storia dei luoghi e delle vicende umane di Porto Conte ed in particolare legate a questa sede un tempo una colonia penale agricola. L´Ente di Casa Gioiosa infatti, ha lavorato in stretta collaborazione con l´Archivio di Stato e l´Amministrazione penitenziaria per restituire onore alla storia dell´uomo. Un progetto importante sul quale la stessa Regione Sardegna crede ed è per questo che l´Assessorato regionale difesa ambiente ha ricevuto la delega a gestire un finanziamento dedicato per consentire la prosecuzione del lavoro archivistico già avviato per il recupero totale del patrimonio documentale della colonia penale di Tramariglio. Un patrimonio importante e una parte del quale è già visibile nell´area museale inaugurata lo scorso anno dal Ministro della Giustizia. La ´mission´ di un area protetta infatti, non è solo tutela e salvaguardia degli habitat e delle specie, ma anche valorizzazione dei luoghi della loro storia e del patrimonio culturale e antropologico.



Download

Nessun file scaricabile per questo articolo.

Maggiori info su

La Casa del Parco

Bandiera Unione Europea Stemma della Regione Autonoma della Sardegna Stemma della Città di Alghero Logo Ministero dell'Ambiente Logo Federparchi
EMAS